Cronache dal Messico -4 -COBA E VALLADOLID

Cronache 4 – Coba Valladolid

 

Partiti da Tulum il 24, contando sulla ripresa del mio piede, siamo arrivati a Coba sotto la pioggia. Non demordiamo, accordo con l’alberga per la notte. Carissimo ci sembra, ma con prima colazione inclusa. Ci sistemiamo ed affrontiamo le intemperie, la laguna è una distesa grigia e il cielo pure. Tutto immobile. Tre uccelli appollaiati su dei pali che sporgono dall’acqua, e qualche sporadico volo. Per due volte ci avviciniamo all’ingresso del sito, ma il tempo peggiora, fa freddo, siamo bagnati e il mio piede protesta. Rientrando riusciamo a catturare qualche foto di uccelli e piante sulla laguna, e poi al riparo…

Immagine 

Valladolid è una deliziosa cittadina che conserva con cura il suo aspetto coloniale, le case basse, colorate, con caratteristiche inconfondibili che rendono piacevole anche solamente gironzolare per le sue strade, dalla passeggiata dei frati,che conduce sino al convento di san Bernardino e all’ampio parco davanti ad esso, alle vie chiamate solamente con un numero, che tra incroci e barrios consente di orienarsi. Abbiamo letto su una piccola guida, quasi estorta al servizio informazioni, che Valladolid ha ben 7 barrios, compreso quello centrale, con il Parque principal e la Chiesa di San Servacio, zona di riferimento per i nostri giri ed anche punto di relax sotto i grandi alberi. Ci mettiamo in testa di vederli tutti, ed in una giornata ne abbiamo visitati 5, attraversando la città in lungo ed in largo, per finire alla Candelaria, che questa settimana è in festa, con processioni, bancarelle, vari festoni caratteristici in carta ritagliata a creare disegni in trasparenza. Fotografo tutto, non che tutto valga realmente la pena, ma devo confermare che il consiglio di camminare per le vie ed osservare le case e la vita degli abitanti è azzeccato. Attraversiamo quartieri signorili, curatissimi, ed altri più popolari, con varie attività e servizi, il quartiere che ricordavamo come tutto dedicato all’acquisto del miele dai produttori ora sembra più misto, ma alcune insegne sono nuove, dipinte sul muro della casa. Le case sono piccole, molto basse, ma carine, organizzate, quasi tutte con un piccolo giardino davanti, nei quartieri popolari alle inferriate lavorate o i muretti colorati si sostituiscono muretti di sassi, a volte ridipinti, che però raccolgono ampi spazi di verde, un po’ selvatico e prorompente, e molti fiori intrecciati al rigoglio di alberi e piante.

 

Torniamo anche a Cenote Zacì, situato dentro la città, in un parco che conduce anche ad un ristorante, è l’unico cenote che ci siamo concessi per ora. La volta della grande caverna in parte è caduta, e l’acqua sul fondo è meno trasparente, e molto profonda. L’ngresso conduce entro la grotta, dove due enormi stalaggtiti e stalagmiti si sono saldate e sembrano due colonne che sostengono la volta. Li chiamano la ceiba di pietra. Ceiba è l’enorme albero venerato come sacro, il centro della terra, imponente e ricco di energia. Proseguendo si arriva a vedere dall’alto l’impressionante specchio d’acqua, e le pareti rocciose su cui, profittando della luce che proviene dalla volta crollata, si arrampicano grandi alberi contorti e splendide piante erbacee, tra rocce e piccole grotte in cui si intrecciano i voli degli uccelli. Un gruppo di bambini vivacissimi vedono che continuiamo a fare fotografie e ci chiamano per essere presi loro come soggetti. Li reincontreremo al parque central, e tre di loro richiedono una ultima foto, si mettono in posa, e poi ci dicono di tenerle come loro ricordo. Prometto che torneranno con noi in Italia.

Immagine

Informazioni su ragionandoci

scrittrice, artista, mi piace riflettere sulle cose, scrivo poesie, racconti, ci ragiono e ne scrivo... sono responsabile delle edizioni per l' associazione Stelle Cadenti
Questa voce è stata pubblicata in Cronache dal Messico..., Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...