Dopo il silenzio

La confusione di notizie, dolori, sorprese e disastri di questa mezza estate hanno consigliato di prendere un po di distanza e di silenzio, seguendo quello che succedeva senza commentare, nel timore di un inutile aggiungere di parole al flusso insensato che rischia di travolgerci. Eppure non si può continuare a tacere, mentre le persone affogano, la Palestina è sempre più un campo di sterminio e si stravolge ogni realtà per sostenere gli oppressori ed i complici. Credo che dobbiamo più che mai comprendere che l’uso delle parole deve essere accurato, e che vanno accompagnate da una resistenza empatica al disastro che stiamo vivendo. Dobbiamo riscoprire le parole come
                                                                 EMPATIA,
                               SOLIDARIETÀ                            AMORE,
                           INCONTRO                                  CONDIVISIONE
                  COMUNITÀ,                                                        DIALOGO
                           RESISTENZA                           SORELLANZA
                                           RISPETTO         SCAMBIO                                                                                       CIRCOLARITÀ
a noi tocca riprendere in mano il filo del discorso e risvegliare la capacità di riflessione e di confrontarsi con chiarezza e fermezza. Un mondo diverso, un mondo che contenga molti mondi, dove le differenze si incontrano e creano ricchezza, ricchezza del cuore e della mente, crescita, maturazione e perchè no, un meticciato fecondo in cui ci riconosciamo eguali e differenti, sempre in discussione ma fermi e solide nel respingere le aggressioni violente, le leggi ingiuste. Cerchiamo di non nominare nemmeno il negativo, impariamo ad ascoltare ed argomentare nel merito sul tema offrendo altri sguardi, altre visioni per un mondo positivo, felice, umano

Il sogno di Terra e Libertà, con le bandiere di alcuni popoli in lotta aggrappate al filo dell’acchiappasogni, per una speranza di un mondo migliore in una circolarità di incontro per tutti i suoi abitanti, umani e no

Informazioni su ragionandoci

scrittrice, artista, mi piace riflettere sulle cose, scrivo poesie, racconti, ci ragiono e ne scrivo... sono responsabile delle edizioni per l' associazione Stelle Cadenti
Questa voce è stata pubblicata in ragionamenti sul presente, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Dopo il silenzio

  1. spiralredearth ha detto:

    Stupendi concetti e parole le tue, con le quali concordo. Grazie e buon 15 di agosto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...