Abbiamo bisogno di trovare un nuovo equilibrio

LA LUNA PIENA ROSA IN BILANCIA viene a spingerti verso il tuo vero progetto di vita.

La Luna piena Rosa, o luna di Pasqua è chiamata così non perché si veda rosa, ma per un muschio che copre molte zone che in primavera diventa rosa.

La Luna Piena di Pasqua è detta anche Luna rosa

Traduco dalla mail di Soy espiritual:

“ Ogni mese la Luna passa da nuova a piena, il che significa il culmine di un ciclo completo, gli obiettivi si manifestano e possiamo davvero sintonizzarci con noi stesse e la nostra intuizione. Questa Luna in particolare, essendo in Bilancia non è una cosa da poco.

Libra, la Bilancia, rappresenta le associazioni, la diplomazioa, l’equilibrio e la equità e nei giorni intorno alla Luna Piena tutti ci sentiamo un poco sotto pressione. Gran parte di questa sollecitazione viene dall’ Universo e dal segno della Bilancia, ci dicono che è ora di toccar base con noi stesse, noi stessi, e permettere che il rumore di tutti gli altri intorno faccia una pausa tranquilla. “

Allora questo è il momento migliore per chiedere con forza una tregua , basta guerre, fermi tutti, basta scontri anche personali tra i diversi soggetti, tregua, per Pasqua, perché il sacrificio del Cristo che oggi muore in croce serve per tutti, vale per tutti, e basta per fermare ogni violenza ed ogni guerra, che lo si voglia considerare con fede oppure come una narrazione comunque significativa, non a caso collegata con la Primavera e il risveglio della natura.

Tornando a Soy espiritual: “ da che cosa ti stai distraendo, allontanandoti, che cosa hai disequilibrato? Stai mettendo troppo impegno nella tua vita lavorativa lasciando da lato la tua vita personale, o viceversa? Sia quel che sia quello che si sta appropriando della tua vita, è ora di permettere che si calmi, per non perderti nel caos

Dato che la Bilancia rappresenta e regge le nostre relazioni di coppia e la forma con cui ci colleghiamo agli altri, è anche possibile che le nostre amicizie e le nostre relazioni romantiche siano in primo piano. Anche nelle relazioni l’equilibrio è necessario e bisogna sempre assicurarsi che non si sta impomendo troppo o troppo poco. Se c’è qualcosa che non funziona nelle tue relazioni, è ora di riesaminarle e lavorare per riportarle ad equilibrio e armonia.

In questo mese il tema principale sarà l’equilibrio. Indipendentemente da quel che accada nella tua vita, un poco di equilibrio ti può condurre lontano. E per manifestare realmente i nostri obiettivi e i nostri desideri, dobbiamo mantenere un equilibrio costante.

Altro tema di questa Luna Piena è liberare e lasciar andare il passato, che le cose chiudano il cerchio e arrivino al culmine. Con il culmine arriva anche la fine, però ogni fine è solo un nuovo inizio. Tutto arriva alla sua fine, e questo va bene, ed ora è il momento di liberare i sentimenti e le emozioni negative che vengono con il ciclo completo, perché possiamo dar spazio all’inizio di un nuovo ciclo.

È il bello della vita no? Che per quanto male vadano le cose, sempre c’è spazio per un nuovo inizio. Però prima dobbiamo lasciar andare il finale. Può essere qualcosa difficile da fare, però è l’altro aspetto del vero equilibrio in questo universo.”

Ho voluto tradurre tutto questo brano perché mi sembra importante per la nostra vita personale e per la visione del mondo in questo momento in cui grandi forze si stanno scontrando per vedere chi prevale ed annienta l’altro, ecco, invece ciò cui dobbiamo tendere è l’equilibrio, che le parti in conflitto trovino un modo di equilibrasrsi e questo potrà consentire che la vita stessa sulla terra continui ad evolversi e svilupparsi trovando assestti diversi, ma equilibrati fra loro che consentano la convivenza, la relazione, la collaborazione.

Si tratta di una svolta epocale fondamentale, che dobbiamo intanto vivere dentro di noi, e nelle relazioni con gli altri e le altre intorno, riconoscendo le qualità e le ombre di ognuno, e cercando di fare spazio agli aspetti positivi, usando anche la fermezza necessaria per allontanare gli aspetti più negativi.

Chiedere che si arrivi a un equilibro vuol dire essere anche vigili verso tutte le forme di assolutismo che quotidianamente incontriamo e respingere ogni totalitarismo, anche quello che noi stesse potremmo chiedere con le migliori intenzioni. Sappiamo che è un momento molto delicato e difficile, e quindi tutto il nostro equilibrio è necessario per riuscire a trovare una via d’uscita che non voglia dire distruzione o sopraffazione.

È difficile persino trovare una azione da fare, una proposta collettiva, per questo aderisco con tutto il cuore alla richiesta di una tregua per Pasqua, che possa essere l’inizio di un nuovo ciclo in cui le armi tacciano

Credo che comunque sia il momento di lavorare per noi stesse, noi stessi, respingendo ogni totalitarismo, analizzando le notizie che riceviamo, gli atteggiamenti che assuminamo, in modo da poter essere veicolo di incontro e di pace, e non di scontro e aggressione. Se vogliamo affidarci alle energie dell’ Universo, sappiamo che è necessario raggiungere un numero critico di persone che vivono, pensano e cercano questo equilibrio perché le cose cambino. Dato che intorno viviamo nella divisione e nella condanna di ogni differenza il nostro atteggiamento personale è quello che ci può aiutare a sentirci noi in equilibrio, ma anche non sappiamo chi sarà quell’ultima piuma che posandosi sulla bilancia riuscirà a far sì che il peso venga equilibrato, e quindi che si trovi il cammino per un nuovo inizio,un nuovo ciclo in cui incontrare le differenze e costruire una nuova convivenza, valorizzando le differenze.

Apposta ho parlato dell’ultima piuma, perché noi siamo spinte, spinti ad esigere tutto subito, mettendo magari un enorme peso sulla bilancia, perché penda decisamente dalla nostra parte, invece in questo momento servono sì i pesi maggiori, ricordandoci che la reazione sarà sempre di porre un altro altrettanto pesante sull’altro piatto, ma anche le sottili azioni di cambiamento e di modifica, che non sono eclatanti, ne immediate, ma portano benefici che vanno avanti nel tempo.

Spargiamo dovunque una onda d’amore, sottile, dolce,che piano piano tutto sia avvolto e possa mutare l’ambiente in cui si parla e si lavora.

E questa sera accendiamo un fuoco, una candela, un lumicino per incontrare la Luna e la luce in noi. Facciamolo insieme, in un rituale collettivo, ma anche da sole, da soli nella nostra casa, accogliendo la richiesta di equilibrio tra le differenze tendenze della nostra vita, e aprendoci all’intuizione che ci porta la Luce.

Informazioni su ragionandoci

scrittrice, artista, mi piace riflettere sulle cose, scrivo poesie, racconti, ci ragiono e ne scrivo... sono responsabile delle edizioni per l' associazione Stelle Cadenti
Questa voce è stata pubblicata in Circolo cerimoniale, Guerra e pace, ragionamenti sul presente, x un nuovo mondo possibile e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...